Da Museo a Museo pedalando lungo il Navile

Domenica 15 e 29 maggio percorsi in bicicletta alla scoperta dei luoghi pizzardiani

Immagini in bicicletta
 
 

Nell’ambito delle celebrazioni per il centenario di Carlo Alberto Pizzardi il Museo del Patrimonio Industriale e il Museo della Civiltà Contadina propongono due appuntamenti domenicali per riscoprire e valorizzare quei luoghi del nostro territorio che sono stati protagonisti dell’operato della famiglia Pizzardi, tra Ottocento e Novecento. Carlo Alberto Pizzardi, nato nel 1850 dall’unione di Luigi Pizzardi – primo sindaco di Bologna dopo l’unificazione al Regno d’Italia – con la marchesa Maria Antonietta Mariscotti Berselli, fu imprenditore ante litteram e generosissimo filantropo, rappresentando l’apice e al tempo stesso la decadenza di una delle famiglie protagoniste della storia di Bologna nel XIX secolo.

I percorsi, quindi, collegano i maggiori punti di interesse della città e della campagna che portano ancora le tracce di quella volontà di aggiornamento tecnico, industriale e agricolo che contraddistinse l’operato dei Pizzardi.

Gli appuntamenti si svolgeranno come passeggiate in bicicletta lungo il tracciato della ciclovia del Navile, il canale che per secoli è stata la più importante via di comunicazione e di commercio tra città e campagna sino a Malalbergo, passando per Castel Maggiore e Bentivoglio, i principali centri in cui si concentra la diversificata attività imprenditoriale dei Pizzardi.

 

L'itinerario – realizzato dai Musei del Patrimonio Industriale e della Civiltà Contadina – intende valorizzare le vicende della famiglia Pizzardi e la Bologna dell’Ottocento, con due appuntamenti tematici domenicali rivolti a cittadini e famiglie. I percorsi proposti permetteranno di conoscere e approfondire storie, curiosità e vicende intorno al Navile, godendo della possibilità di trascorrere insieme una giornata all'aria aperta immersi nelle bellezze naturalistiche, storiche e gioielli dell'archeologia industriale del nostro territorio.

Il programma

Domenica 15 Maggio : “La produzione del riso: dalle risaie alle pile”

Giornata dedicata alla coltivazione del riso nel nostro territorio, protagonista della modernizzazione delle tecniche agricole promossa dai Pizzardi
Ore 9:30 Museo del Patrimonio Industriale

Visita guidata dedicata alla storia delle macchine legate alla produzione agricola. Modelli, exhibit e strumentazione consentiranno di raccontare l’evoluzione delle tecnologie applicate alla lavorazione dei prodotti agricoli e in particolare del riso dal medioevo al XIX secolo.

Ore 10:45 pedalata guidata sulla Ciclovia del Navile sino al Museo della Civiltà Contadina con noleggio bici da adulto o bambino, con il servizio “AnimaBike”

Ore 12:30 pranzo presso la Locanda Smeraldi (non compreso nel biglietto di partecipazione all’iniziativa) o libero, nel suggestivo parco all'inglese di Villa Smeraldi

Ore 14:30 Visita guidata alla sezione “La pianura dei mezzadri, delle valli e delle risaie” per parlare della Tenuta agricola Pizzardi di Bentivoglio, dei lavori della risaia fra tecniche, attrezzi e testimonianze, dell’acqua e della manovra delle chiaviche, dei risaioli e delle mondariso, delle pile di Bentivoglio e di un interessante nucleo di diapositive storiche, della Cattedra Ambulante di Agricoltura di Bologna, che mostrano la lavorazione del riso.

Ore 16:00 partenza Navetta Anima

Ore 16:30 arrivo presso il Museo del Patrimonio Industriale

Domenica 29 Maggio “Dal velo al merletto”
Una giornata dedicata all’evoluzione delle produzioni tessili dall’antica produzione del velo di seta ai merletti dell’Aemilia Ars dell’Associazione Antonilla Cantelli

Ore 9:30 Museo del Patrimonio Industriale

Visita guidata dedicata all'antica industria serica cittadina. A partire dal XIII secolo, l’abbondanza delle risorse idriche, controllate attraverso un complesso sistema idraulico artificiale, consente il funzionamento di numerosi opifici idraulici. Tra questi spicca il mulino da seta “alla bolognese” (di cui in Museo è presente un modello in scala 1:2 funzionante) utilizzato per la torcitura del filo di seta e produrre il velo, tessuto che rese celebre Bologna per oltre quattro secoli, ampiamente commercializzato anche grazie al Navile in tutta Europa.

Ore 10:45 pedalata guidata sulla Ciclovia del Navile sino al Museo della Civiltà Contadina con noleggio bici da adulto o bambino, con il servizio “AnimaBike”

Ore 12:30 pranzo presso la Locanda Smeraldi (non compreso nel biglietto di partecipazione all’iniziativa) o libero, nel suggestivo parco all'inglese di Villa Smeraldi

Ore 14:30 Visita guidata alla mostra “Merletti e ricami Aemilia Ars” per parlare di una importante manifattura artistica affermatasi nella Bologna di Carlo Alberto Pizzardi, per osservare e distinguere magnifici pizzi e ricami, e per imparare a riconoscere gli stili, i punti ed i motivi ornamentali utilizzati e tramandati dalla Società Aemilia Ars. A seguire dimostrazione pratica di tessitura su telaio domestico. Il telaio, che ogni famiglia di mezzadri possedeva (verso la fine del XIX secolo si contavano in provincia di Bologna circa 12.000 telai), restava montato tutto l’inverno per produrre biancheria personale, biancheria per la casa e vestiti da lavoro.

Ore 16:00 partenza Navetta Anima

Ore 16:30 arrivo presso il Museo del Patrimonio Industriale

Per il percorso in bici si raccomanda: abbigliamento sportivo, scarpe comode, borraccia e cappellino e un prodotto repellente per insetti.

Costi:
Ingresso Museo del Patrimonio Industriale (ridotto a 3 euro, gratuito con card cultura)
Ingresso Museo della Civiltà Contadina (ridotto a 2 euro, gratuito con card cultura), pagamento solo in contanti
Noleggio biciclette “AnimaBike” e ritorno in navetta compresi nel biglietto di ingresso ai Musei.

Prenotazione obbligatoria da effettuarsi entro le ore 13 del venerdì precedente all'attività, per informazioni e prenotazioni:
segreteria.museo@cittametropolitana.bo.it o 051.891050

Non sarà possibile partecipare al tour senza prenotazione.
In caso di rinuncia si chiede di annullare prontamente la prenotazione, per consentire la partecipazione alle persone in lista d’attesa. In caso di maltempo l'attività verrà annullata e i partecipanti tempestivamente avvisati

Vista l’Ordinanza del Ministro della Salute del 28 aprile 2022 che ha impartito nuove prescrizioni sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, si comunica che a partire dal 1° maggio 2022 decade l’obbligo di indossare le mascherine nei musei e nei luoghi della cultura, ma si raccomanda l’utilizzo.

Documenti scaricabili
 
 
 
 
Data ultimo aggiornamento: 21-05-2022